Prenota ora la tua visita chiamando lo 045-64.49.270

Responsabile: Dott.ssa Annita Lusenti

L’unità di terapia oncologica offre consulenza ai reparti di degenza e permette di programmare in regime di Day-Hospital trattamenti chemioterapici e terapie di supporto per malati oncologici secondo le attuali linee guida internazionali. I nostri pazienti vengono valutati dallo specialista oncologo della nostra struttura per la definizione dell’iter terapeutico più indicato al caso specifico, e poi indirizzati presso il centro di riferimento territoriale di competenza per l’attuazione delle cure mirate.

Il dipartimento di oncologia offre inoltre la possibilità di effettuare un nuovo tipo di chemioterapia mirata detta chemioterapia loco regionale o intrarteriosa che attraverso un accesso mininvasivo arterioso prevede l’incannulazione selettiva del vaso che irrora il distretto dove è presente il tumore e quindi la successiva iniezione mirata del chemioterapico. Questa metodica ha tuttavia delle indicazioni ben precise e non sostituisce ma coadiuva in casi selezionati i tradizionali protocolli chemio- e radioterapici in vigore.

Dott.ssa A. Lusenti
Dott.ssa A. Lusenti

Dott.ssa Trentin (Psicologa)

La comunicazione di diagnosi in caso di neoplasie maligne epato-bilio-pancreatiche è un momento molto delicato non solo per il paziente (e i suoi familiari) che si sente improvvisamente impotente e incapace di reagire di fronte ad una malattia grave ma anche per il medico che si fa carico di una notizia difficile da trasmettere e sa di non poter promettere soluzioni per una guarigione certa.

In queste circostanze può essere indispensabile fare ricorso ad un supporto psicologico attraverso un colloquio con uno specialista che aiuti ad affrontare ed elaborare la difficile situazione in cui il paziente ed i suoi cari si vengono a trovare.

FOTO____Dott.ssa TRENTIN

Responsabile: Dott. Luigi Bertaso 

Il controllo del dolore neoplastico o di quello post-opeartorio è una nostra priorità. Lo specialista della terapia del dolore è sempre disponibile per consulenze presso la nostra struttura e per adattare il corretto protollo antalgico al singolo caso. Qualora il controllo del dolore non dovesse essere raggiungibile con la sola terapia farmacologica, il collega antalgista valuta la possibilità di proporre accanto ad essa delle procedure antalgiche più invasive quali il posizionamento di un sondino epidurale, il blocco antalgico del plesso celiaco o la splancnicectomia toracoscopica bilaterale. Quest’ultima, a differenza delle altre procedure antalgiche non è eseguibile in regime ambulatoriale, ma durante un ricovero ordinario rappresentando un intervento chirurgico mininvasivo (link per maggiori dettagli). I pazienti che ricevono un protocollo di trattamento del dolore vengono infine monitorati nel tempo attraverso controlli programmati ambulatoriali.

Dott. L. Bertaso
Dott. L. Bertaso
Pagina 2 di 4

CONTATTACI

mapOspedale "P. Pederzoli" via Monte Baldo 24 - 37019 Peschiera del Garda, Verona

mapTel. (+39) 045.64.49.178 / (+39) 045.64.49.187

N.Rea 102340 Ufficio registro di Verona - Cap.Soc. 600.000 Eur i.v. - P.IVA 00233020239

SCRIVI UNA MAIL A:

Dr BUTTURINI Giovanni
Dr GIRELLI Roberto

Dott.ssa FRIGERIO Isabella 
Dr GIARDINO Alessandro 
Dr REGI Paolo 
Dr SCOPELLITI Filippo 

e-mail
e-mail
e-mail
e-mail
e-mail
e-mail

Tumore del Pancreas, Tumore al pancreas, Tumore pancreas, tumore, pancreas, chirurgia, Verona, pancreatica, terapia, pederzoli, tumore, ospedale, diagnosi, diagnosi tumore del pancreas